domenica 27 ottobre 2013

Formula 1 - Vettel vince in India. Il mondiale è suo


Sebastian Vettel è di nuovo campione del mondo di Formula 1. Il pilota tedesco della Red Bull ha trionfato nel Gran Premio dell'India e ha conquistato il quarto titolo iridato consecutivo.
Il 26enne di Heppenheim, al 10° successo stagionale e al 36° della carriera, ha vinto la sesta gara di fila e ha archiviato il Mondiale con 3 gare d'anticipo rispetto alla fine della stagione.
Sull'asfalto del Buddh International Circuit, Vettel ha preceduto la Mercedes del tedesco Nico Rosberg e la Lotus del francese Romain Grosjean. Nonostante il ritiro di Mark Webber, la Red Bull si è assicurata matematicamente anche il titolo Costruttori.
Vettel ha festeggiato la quarta corona con uno spettacolare burn out dopo aver tagliato il traguardo e poi si è inchinato davanti alla sua monoposto. Lo show è proseguito con un inchino davanti a un pubblico in delirio.

La Ferrari, invece, si è consolata con il quarto posto di Felipe Massa, mentre Fernando Alonso ha chiuso con una deludente undicesima posizione dopo una gara da dimenticare. Lo spagnolo ha danneggiato l'ala anteriore al via e dopo il pit stop obbligato è precipitato nelle retrovie

sabato 26 ottobre 2013

Formula 1 - Vettel conquista la pole position in India


Sebastian Vettel ha conquistato la pole position al Gran Premio dell'India dove, domani, con un piazzamento nei primi cinque conquisterà il titolo Mondiale 2013.
Vettel, alla settima pole stagionale e alla 43ª della carriera, ha fatto segnare un crono di 1'24"119 e domani scatterà accanto alla Mercedes del connazionale Nico Rosberg (1'24"871). In seconda fila si schierano la Mercedes dell'inglese Lewis Hamilton (1'24"941) e la Red Bull dell'australiano Mark Webber (1'25"047).
Il brasiliano Felipe Massa, al volante della Ferrari, ha ottenuto il quinto tempo in 1'25"201 e aprirà la terza fila completata dalla Lotus del finlandese Kimi Raikkonen (1'25"248). Solo quarta fila per la rossa di Fernando Alonso che ha fermato il cronometro su 1'25"826 ottenendo l'ottavo tempo, dietro alla Sauber del tedesco Nico Hulkenberg (1'25"334).
Hanno completato la top ten le McLaren-Mercedes del messicano Sergio Perez (1'26"153) e dell'inglese Jenson Button (1'26"487).

domenica 13 ottobre 2013

Vettel non perdona, conquista anche Suzuka


Sebastian Vettel non perde colpi e vince anche a Suzuka. Pur non avendo conquistato già matematicamente il titolo, perchè Alonso è giunto quarto, ma ha messo una seria ipoteca sul mondiale, che potrebbe con più facilità ottenere in India.
Il tedesco non era partito benissimo, perchè alla prima curva si è trovato addirittura terzo, essendo stato superato da Grosjean, gran partenza la sua, e dal compagno di squadra Mark Webber. Una toccata con Hamilton, poi costretto al ritiro, aveva rischiato di compromettere anche la corsa del tedesco, in quanto nell'impatto con la gomma dell'inglese della Mercedes aveva leggermente danneggiato l'ala anteriore. Ma alla fine, ben guidato dal suo team via radio, Seb è riuscito a recuperare e trovarsi ancora una volta davanti a tutti.
La battaglia dietro si infiammava, anche perchè a metà corsa Ricciardo sulla Toro Rosso ha fatto da tappo ad una serie di piloti che non riuscivano a superarlo, tra i quali Hulkenberg, ancora a suo agio in gara. Alla fine al tedesco è riuscita la manovra di sorpasso ma questa volta non ha potuto resistere agli attacchi di Alonso, giunto così quarto al traguardo, e a quelli del futuro compagno di squadra dell'asturiano, Kimi Raikkonen, quinto.
La novità è stato il settimo posto dell'altra Sauber, quella del messicano Gutierrez, autore di una grande partenza e di una bella gara che gli ha consentito di guadagnare i suoi primi punti mondiali, attesi da tempi.
Ottavo è giunto Rosberg, con l'unica Mercedes rimasta in gara, costretto anche ad un drive-through a causa di un'uscita maldestra dal suo box dopo il pit stop mentre sopraggiungeva Sergio Perez. Collisione mancata per un pelo.
Hanno chiuso la top ten Jenson Button sulla McLaren, nono, passato sotto la bandiera a scacchi davanti a Felipe Massa con l'altra Ferrari.

sabato 12 ottobre 2013

Formula 1 - Suzuka, la pole va a Webber


C'è sempre una Red Bull in pole position anche a Suzuka, ma è quella di Mark Webber che l'ha soffiata al compagno di squadra Sebastian Vettel, che partirà al suo fianco in prima fila. Il terzo è stato Lewis Hamilton che proprio nell'ultimo giro ha battuto gli altri concorrenti in lotta proprio per la posizione d'onore dietro alle imbattibili macchine di Milton Keynes.
Buona anche la prestazione di Roman Grosjean quarto con la prima Lotus, con Felipe Massa subito dietro, quinto, ancora una volta più veloce del suo compagno di squadra Fernando Alonso, solo ottavo.
Sesto e settimo i due Nico, Rosberg davanti a Hulkenberg, ancora una volta strabiliante con la sua Sauber.
Nono Kimi Raikkonen che ha preceduto l'unica McLaren rimasta nella top ten, quella di Button, accreditato del decimo posto. Domani la gara si mostra interessante anche se le due Red Bull, manco a dirlo, sembrano essere ancora le più veloci.

giovedì 10 ottobre 2013

Novitec Rosso ritocca anche la F12 Berlinetta


Le principali caratteristiche di questa incredibile F12 sono dei miglioramenti al motore, ora a quota 781 cv, e delle pesanti modifiche estetiche che includono un vistoso bodykit allargato. Ma andiamo più nel dettaglio.
L’intero kit estetico di conversione è realizzato a mano con l’ultrasottile e ultraresistente fibra di carbonio, e regala all’auto un aspetto estremamente aggressivo oltre che un’aerodinamica più efficiente rispetto alla F12 standard.

Anche i cerchi da 21 pollici all’anteriore e 22 al posteriore sono realizzati appositamente per la N-Largo, con un disegno specifico e una conformazione in tre elementi scomponibili in materiale forgiato. Non mancano affinamenti delle sospensioni, che sono state riviste per essere più sportive, più basse (di 40 mm) e che sono state dotate di un sistema di sollevamento elettronico del frontale.
Gli interventi riguardanti il motore hanno invece portato la potenza ad un valore superiore di 41 cv rispetto al modello standard, e ad una spaventosa coppia di 722 Nm, per una velocità massima dichiarata di oltre 350 km/h.

Gli ingegneri Novitec sono intervenuti sulla mappatura della centralina e sulla progettazione di un sistema di scarico sportivo a quattro uscite, che a richiesta può avere anche il controllo elettronico delle valvole a farfalla che permette di ridurre le emissioni di CO2.
Impressionante la larghezza della N-Largo: siamo infatti a ben 205 cm, 11 in più della F12 standard. Tutto questo incremento delle dimensioni ha fatto sì che potessero essere installate nuove prese d’aria e passaruota maggiorati per ospitare gli pneumatici di dimensioni 255/30 ZR 21 all’anteriore e 335/25 ZR 22 al posteriore, dando all’auto un aspetto più muscoloso che mai.
Ogni presa d’aria o spoiler presente sulla N-Largo ovviamente non è lì a caso: tutto ha una sua funzione aerodinamica specifica, studiata nel tunnel del vento per avere i migliori effetti sull’auto, ma il progetto è stato realizzato anche in modo da avere un look d’impatto: la F12 N-Largo non passerà di certo inosservata.
Sia lo spoiler anteriore che il “baffo” sul cofano sono disponibili anche in carbonio, così come la griglia frontale e il diffusore posteriore in cinque pezzi, che crea ulteriore downforce alle alte velocità rendendo l’auto estremamente stabile e sicura.
Nessun dettaglio riguardo il prezzo di questa conversione.

Altre foto della Novitec Rosso F12 N-Largo


























Le informazioni sono state prese dal sito www.supercarteam.com/

martedì 8 ottobre 2013

Formula 1: Vettel domina anche in Corea


Sebastian Vettel ha dominato anche in Corea e ora prepara la festa per il quarto titolo mondiale. Il pilota tedesco della Red Bull ha centrato la quarta vittoria consecutiva, l'ottava stagionale e la 34ª della carriera.
Il tre volte campione del mondo è ormai ad un passo dal quarto titolo iridato consecutivo, e il successo aritmetico potrebbe arrivare già tra una settimana in Giappone, visto che il pilota di Heppenheim ha 272 punti ma soprattutto 77 lunghezze di vantaggio su Fernando Alonso.
Ottima anche la prova delle due Lotus Renault. Kimi Raikkonen sta rispettando fino in fondo il suo rapporto di collaborazione con il team di Enstone nonostante sia già ufficiale il suo passaggio alla Ferrari nella prossima stagione e ha conquistato il secondo posto.
Bene anche il francese Romain Grosjean che ha completato il podio sul quale non è salito Nico Hulkenberg. Il tedesco della Sauber motorizzata Ferrari ha preceduto Lewis Hamilton su Mercedes Grand Prix. Alla vigilia sembrava che l'inglese potesse essere la prima alternativa a Sebastian Vettel sul gradino più alto del podio, ma così non è stato.
E le Ferrari? Fernando Alonso ha lasciato il tracciato di Yeongam con un anonimo sesto posto. Lo spagnolo non è mai stato in corsa per il podio, mentre Felipe Massa ha chiuso al nono posto.
Hanno completato la top ten, andando a punti, anche Nico Rosberg su Mercedes, settimo, Jenson Button e Sergio Perez su McLaren, rispettivamente ottavo e decimo.

sabato 5 ottobre 2013

Formula 1 - GP Corea: sesta pole stagionale per Vettel


Continua il momento vincente di Sebastian Vettel che pare non avere rivali e anche in Corea è riuscito a soffiare la pole position ad un gasatissimo Lewis Hamilton, che si è dovuto accontentare della prima fila a fianco del tedesco.
La seconda fila è aperta dall'altra Red Bull, quella di Mark Webber che si trova a fianco di Romain Grosjean, ma l'australiano deve scontare dieci posizioni di penalità dopo aver accettato il passaggio di Fernando Alonso a Singapore.
Al quinto posto troviamo l'altra Mercedes di Nico Rosberg, sesto Alonso con la Ferrari, che in qualifica non riesce a schiodarsi dal quinto/sesto posto. Subito dietro c'è il compagno di squadra Felipe Massa, chiaramente da Grosjean a scendere tutti scaleranno di una posizione.
Sono entrate le due Sauber di Hulkenberg e Rodriguez nella top ten, che hanno superato la McLaren rimasta fuori dalla Q3. Decimo Kimi Raikkonen e undicesimo Sergio Perez, che però partirà in decima sempre per la penalità di Webber, subito dietro Button sull'altra McLaren. Ricciardo è risultato 12esimo e partirà proprio a fianco di Webber.
La gara comincerà con l'incognita pioggia, dov'è previsto addirittura un tornado.

Ecco i tempi delle qualifiche:

Pos.PilotaTeamTempoGiri
1.deSebastian VettelRed Bull01:37.20213
2.ukLewis HamiltonMercedes01:37.42016
3.auMark WebberRed Bull01:37.46413
4.frRomain GrosjeanLotus01:37.53114
5.deNico RosbergMercedes01:37.67916
6.esFernando AlonsoFerrari01:38.03817
7.brFelipe MassaFerrari01:38.22316
8.deNico HülkenbergSauber01:38.23717
9.mxEsteban GutiérrezSauber01:38.40515
10.fiKimi RäikkönenLotus01:38.82217
 
11.mxSergio PerezMcLaren01:38.36214
12.ukJenson ButtonMcLaren01:38.36514
13.auDaniel RicciardoToro Rosso01:38.41714
14.deAdrian SutilForce India01:38.43115
15.ukPaul di RestaForce India01:38.71815
16.frJean-Eric VergneToro Rosso01:38.78113
 
17.fiValtteri BottasWilliams01:39.4708
18.vePastor MaldonadoWilliams01:39.9878
19.frCharles PicCaterham01:40.8646
20.nlGiedo van der GardeCaterham01:40.8716
21.frJules BianchiMarussia01:41.1696
22.ukMax ChiltonMarussia01:41.3226
Publisher Website!