lunedì 7 maggio 2012

La reginetta dei due posti, la nuova Alfa Romeo 4C










Nuove indiscrezioni sembrano avvalorare quello che era nell'aria sin dalla presentazione del primo prototipo. Costruita intorno a un telaio in carbonio che permetterà di contenere il peso sotto i 1000 kg sarà prodotta in circa 18.000 esemplari. L’Alfa Romeo 4C arriverà nel 2013 e a Francoforte è la più desiderata delle Alfa recenti; si veste di “metallo fluido”, che unito alla base crea un effetto riflettente argenteo e, scorrendo dinamicamente sulla pelle sinuosa della vettura, ne esalta la forza e la tecnicità”. La versione definitiva dell'Alfa Romeo 4C manterrà un aspetto molto simile al prototipo. L'auto è dotata del 1.750 turbo a iniezione diretta a benzina da 230 CV della Giulietta Quadrifoglio Verde montato in posizione centrale/trasversale, ma Pierallini ha confidato che sulla 4C sarà costruito interamente in alluminio con un risparmio di 25 kg. Un'attenzione al peso che sulla coupé Alfa Romeo sarà maniacale: l'obiettivo è quello di contenere la massa complessiva sotto i 1.000 kg. Un risultato che la 4C raggiungerà grazie all'utilizzo di un telaio in fibra di carbonio progettato dalla Dallara, che ha portato avanti anche lo sviluppo aerodinamico.

La carrozzeria è di materiali compositi, mentre il telaietto posteriore che regge il motore è in alluminio. L’Alfa 4C è ufficialmente definita dagli uomini del Biscione "Ambassador DNA Technology", grazie alla sua architettura da coupé a 2 posti "secchi" con motore posteriore centrale e un passo di 2,4 metri (sui circa 4 di lunghezza), proporzioni che ne accentuano la dinamica del veicolo votata all’agilità e alla maneggevolezza. La “vetrina tecnologica” mostra altri dati importanti, come il rapporto peso/potenza inferiore ai 4 kg/CV, il peso complessivo di circa 850 kg e la distribuzione dei pesi fissata al 40% sull'asse anteriore e al 60% sull'asse posteriore.

Circa 45.000 euro: questo dovrebbe essere il prezzo dell'Alfa Romeo 4C. A rivelarlo è stato il responsabile per lo sviluppo Mauro Pierallini al settimanale inglese Autocar. Si tratta di un prezzo che si annuncia competitivo, non solo nei confronti della Porsche Cayman (parte da 53.242 euro), ma anche di sportive come la Nissan 370Z (da 41.450 euro). In vendita dagli inizi del 2013, l'Alfa Romeo stima di produrre circa 18.000 4C lungo tutto il suo ciclo di vita. Stando a quanto dichiarato da Pierallini, la casa non avrebbe ancora deciso in quale fabbrica italiana assemblare l'auto.

Essendo la nuova portabandiera tecnologica del marchio, l’Alfa 4C non si limita a promettere una reattività a tutta prova in termini di handling. Dal telaio sviluppato per questa fase prototipale con la Dallara Enginnering (e che sarà il nodo tecnico da sciogliere per deliberare l'auto per la produzione di serie, come potete leggere qui) eredita materiali compositi in fibra di carbonio, mentre la fuoriserie 8C Competizione travasa nella 4C il fascino delle linee e la filosofia tecnica della trazione posteriore, retaggio storico del brand ed elemento tecnico di supporto alla guida sportiva. Il motore deriva invece dall’attuale produzione industriale di Casa Alfa: il 4 cilindri turbo 1.750 proviene dal cofano dell’Alfa Giulietta Quadrifoglio Verde - e promette di spingere la 4C oltre i 250 km/h di velocità massima e di farla accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi - il selettore DNA per le tarature dell’autotelaio dalla stessa Giulietta, mentre il cambio doppia-frizione a secco TCT deriva dall’unità che ha debuttato sulla MiTo.

Mio video sulla nuova Alfa Romeo 4C...iscrivetevi al canale youtube!



Vi ricordo di visitare la mia pagina Facebook e il mio canale YouTube :


Immagini tratte dal Web, video di mia produzione!

Nessun commento :

Posta un commento

Publisher Website!